Intervista a Fabio Camilli (Fefè - 3a F)

Fabio Camilli

EccoVi un estratto della conversazione telefonica avvenuta il 04/03/2003 tra il nostro attivissimo membro Lorenzo e Fabio Camilli alias Fefè !

Caro Fabio, innanzitutto ti ringraziamo di avere accettato questa intervista e ti porto i saluti di tutti i tuoi fan.

Per me è un piacere, ditemi pure.

Partiamo con la prima domanda: che effetto ti fa rivederti dopo 14 anni su Happy Channel in prima serata e nelle nottate di Italia 1?

Mi diverte sempre vedermi, mi fa molto piacere.

Come ricordi gli anni '80 e il periodo in cui recitasti nel serial?

Bei ricordi, sembrava che tutto andasse sempre bene, c’era un ottimismo generale.

Come venisti contattata per fare parte del cast?

Non ricordo, è trascorso molto tempo, mi sembra tramite la mia agenzia.

Con quale dei tuoi colleghi hai legato di più e con chi meno?

Ho legato molto con Ferrari in quanto lo conoscevo già prima che venisse girato il telefilm.

 

 La 3a F al completo: i rivali della 3a C!

Con chi di loro ti senti ancora?

Mi sento spesso con Fabio Ferrari e Riccardo Rossi. Con gli altri attori, la maggior parte, ci siamo persi di vista.

A tuo parere cosa portò ad abbandonare la produzione di una serie di tale successo?

Con il trascorrere del tempo i protagonisti non erano più credibili come ragazzi della 3° C, come ogni cosa, bisogna lasciarla terminare dando spazio ad altre diverse e più nuove.

Ti piaceva il personaggio che impersonavi o ti sarebbe piaciuto un ruolo diverso?

Mi piaceva anche se ne avrei preferito un altro dove potevo avere più spazio.

Ti ha creato problemi interpretare il ruolo di antagonista della 3c?

Assolutamente no.

Prima della messa in onda avresti scommesso sul successo della serie?

Non lo so, a quei tempi ero giovane, si rifletteva di meno rispetto ad oggi.

Veniamo al nostro fan club: che effetto ti fa sapere che a distanza di tanti anni c'è gente che parla tutti i giorni di Massimo, di Chicco, di Elias, di Fefè….?

Da un lato mi sorprende mentre dall’altro mi fa piacere.

Sapevi dell'esistenza del nostro Fan Club prima che ti contattassimo?

Si mi ha parlato di voi Ferrari.

Oggi saresti disposto a tornare sul set per mettere in scena un seguito della terza c?

Si magari nel ruolo di un genitore o di un professore.

 

 Fabio Camilli oggi

Ci furono amori o simpatie tra gli attori del cast?

Io personalmente no però penso che sia successo qualcosa.

Oggi di cosa ti occupi esattamente? Sono voci di corridoio o è vero che stai studiando per diventare sceneggiatore o regista?

Ho scritto tempo fa due commedie per il teatro che ho già rappresentato dove sono andate abbastanza bene; Ora ne sto preparando un’altra. Tra poco uscirà una serie chiamata “Cinecittà”. Per quanto riguarda il regista, si mi piacerebbe farlo.

Quale pensi sia stata la tua prestazione migliore come attore, o quale tuo lavoro ricordi con più affetto?

Per quanto riguarda il cinema “Il principe di Homburg”, per la televisione “Padre Pio” e per il teatro “Irma la dolce.”

Ferrari ci ha parlato di una vostra stretta amicizia. Cosa ci puoi dire in proposito?

I nostri genitori si conoscevano prima che io e Ferrari nascessimo. Poi da piccini andavamo tutti gli anni in vacanza con le famiglie a Castriglionello (Livorno). Sono stato io che ho convinto Fabio Ferrari a fare l’attore.

 Come ti sei trovato a recitare con Barbora Bobulova nel "Il Principe di Homburg"?

Benissimo, è una grande professionista.

Parlando della tua vita personale...

Sei sposato? Hai figli?

Sono fidanzato.

Sei credente?

Si, ma non praticante.

Che musica ascolti?

Non ho preferenze, ascolto molta radio, forse la musica classica è quella che sento maggiormente.

Cosa ami fare nel tempo libero?

Mi piace leggere e suonare la chitarra.

Qual è il tuo film preferito?

Mi piacciono i film di Kubrick.

Claudio Risi com'è come Regista?

Una brava persona.

Tra Teatro, Cinema e Tv quale preferisci?

Non ho preferenze, ognuno ha i suoi lati positivi.

Finiamo oramai da tempo le nostre interviste alla Marzullo: "Si faccia una domanda e si dia una risposta". Cosa chiede Francesca a se stesso e cosa si risponde?

Non mi viene in mente nulla adesso.

Grazie ancora per averci concesso questa intervista, sei stato gentilissimo!

Grazie a Voi!

Lorenzo Possanzini

Video
Galleria
Interviste
Contribute!
Books!
Shop!