III Stagione

VACANZE AL MARE:  Gli esami di maturità sono finiti da pochi giorni e i ragazzi si interrogano su dove trascorrere le proprie vacanze ma quasi tutti hanno le idee poco chiare, soprattutto Tisini che ha deciso di ricorrere al Tar per sostenere nuovamente gli esami di maturità. Gli unici due che hanno progetti certi sulle proprie villeggiature estive sembrano Sharon e Bruno: la prima trascorrerà un periodo di riposo in una villa con i familiari, mentre Sacchi trascorrerà le vacanze in una casa al mare invitando poi tutti gli altri compagni. Il commendator Zampetti intanto, per garantire le vacanze a Tropea ad agosto per la sua famiglia, corrompe un’impiegata dell’agenzia di viaggio per ottenere quella villa tanto desiderata annullando la prenotazione di un’altra persona. I primi a raggiungere la località calabrese sono Bruno Sacchi e sua madre ma, poco dopo, arrivano nella villa anche Sharon, suo padre e Aziz. I genitori iniziano a discutere su chi ha diritto ad usufruire della casa e nel frattempo arrivano Daniele e Rossella. Si decide quindi a telefonare all’agenzia di viaggi che si rende conto che il terminale, per errore, ha affittato la casa alle due famiglie nello stesso periodo. Dopo un po’ di discussioni la signora Amalia e il commendator Zampetti trovano un accordo e le famiglie trascorreranno le vacanze insieme. Il giorno seguente i ragazzi si ritrovano sulla spiaggia a divertirsi. Ad interrompere i loro momenti di allegria ci pensa una maga che, pagata da un ricco ragazzo del luogo,  predice un finto futuro ai ragazzi e in questo modo riesce a far litigare Daniele e Rossella e prevede cattive notizie per la squadra tifata da Bruno che se ne va sconvolto. Sharon, rimasta sola, inizia una passeggiata nel paese ed incontra Leopoldo, il ragazzo che ha pagato la maga. Parlando con lui, Sharon scopre che è un principe molto benestante e educato che ha studiato nei migliori collegi svizzeri. Dopo una lunga passeggiata in macchina la bella ragazza viene accompagnata a casa. A notte inoltrata arrivano Chicco e Massimo, che sono costretti a portare a spinta l’auto perché si son dimenticati di fare la benzina. Vista l’ora tarda, i ragazzi, per non disturbare, decidono di non avvisare del proprio arrivo e montano la propria tenda in giardino. La mattina successiva, sentono dei rumori fuori dalla tenda e Chicco è convinto che Sharon sia andata ad accoglierlo ma, in realtà, a fargli visita è una scrofa che il commendatore ha voluto portare in vacanza con loro. Nel frattempo Leopoldo arriva a far visita a Sharon e, nel vialetto della villa, scorge che il ricco industriale aggredisce i Chicco e Massimo convinto che siano stati loro ad aggredire la scrofa. Leopoldo viene accolto in casa da Rossella che lo accompagna dalla sua amica ma, per un equivoco, crede che Bruno, Chicco e Massimo siano altri spasimanti di Sharon e allora, stizzito, decide di andarsene. I tre ragazzi, per farsi perdonare, decidono di organizzare un nuovo incontro tra Sharon e Leopoldo. Per l’occasione, decidono di noleggiare un’auto con Bruno come autista e i due percorrono in lungo e in largo il paese sperando di trovare il bel ragazzo. Quando avevano perso quasi tutte le speranze, i due si incontrano e proseguono il viaggio per il paese che però non sarà molto lungo: i tre rimangono senza benzina e sono costretti a fermarsi. Ciò non vieta ai due di continuare a parlare della loro agiata vita. E Leopoldo coglie l’occasione per invitare Sharon a casa sua a cena, scusandosi anticipatamente dell’assenza del personale e di altre mancanze in quella che lui definisce la sua seconda casa. Per sua fortuna si fanno avanti Bruno, Chicco e Massimo a prestare servizio presso il giovane rampollo. Ed proprio mentre riordinano la casa scoprono che in realtà lui non è ricco e nobile ma uno squattrinato che non paga le bollette e ha diversi debiti e vuole utilizzare la famiglia Zampetti per sanare i suoi debiti. I ragazzi decidono allora di informare Sharon di ciò e, giustamente, ci rimane molto male. Per ripicca, decidono di informare tutti i creditori del nobile che, per il giorno in cui era organizzata la cena, lo raggiungono a casa per riavere indietro i propri soldi. Bruno, Chicco e Massimo, rimasti al verde dopo aver speso tutti i soldi per ricucire il rapporto tra Sharon e Leopoldo, chiedono una sorta di rimborso al signor Zampetti, ma lui glielo nega e li obbliga a prestare servizio con Aziz. La puntata termina con Elias e Tisini che arrivano vicino la spiaggia con una barca e vedono Massimo e Chicco che si riposano su delle sdraio.

ALLA RICERCA DEL BRONZINO PERDUTO: I ragazzi, ancora in vacanza a Tropea, si cimentano in una caccia al tesoro a coppie. Ma per Bruno e Chicco l’impresa è più difficile rispetto agli altri: tra gli oggetti che devono trovare ce ne sono alcuni davvero improbabili. Nonostante ciò i due non demordono nella loro ricerca e, dopo un lungo cammino, raggiungono una parte di spiaggia dove sono presenti molti scogli e, dietro uno di questi, scorgono un forziere pieno oggetti di valore custodito da un uomo travestito da Sandokan. I due, convinti di aver trovato il tesoro, si dirigono verso il premio ma scoprono che una troupe cinematografica sta effettuando delle riprese di un film. A causa di questa imprevista interruzione Chicco e Bruno vengono rimproverati dal produttore truffatore, un certo Scorcelletti (interpretato da Ugo Conti). I due ragazzi, appena raggiunti i loro amici, comunicano loro quanto acceduto, e destano in loro una certa curiosità. Massimo, meno interessato sull’accaduto di Bruno e Chicco, è intento a leggere un quotidiano locale e scopre che in Calabria sono state rubate delle opere d’arte che, in base ad una fotografia presente sul giornale, sembrano le stesse presenti nel forziere usato nella scena interrotta. I ragazzi deducono che il film sia solo un escamotage per impossessarsi di questi beni e, per smascherare il produttore, decidono di fingersi attori. Il giorno seguente i ragazzi si recano da Scorcelletti per chiedergli di essere scelti come comparse, e, dopo una serie di millantate star internazionali, vengono tutti scelti per interpretare delle scene del film. Come prima scena i maschi del gruppo devono fingere di morire dopo essere stati colpiti da un proiettile. Il regista scarta subito Massimo, Chicco è Daniele. L’unico che sembra ottenere un buon risultato è Bruno che si immedesima troppo nel personaggio e, quando l’altro attore spara, sviene. La seconda scena viene interpretata da Chicco che si deve arrampicare sulla rupe per poi effettuare un volo d’angelo per salvare una donna. Spaventato dall’altezza, Chicco rifiuta. Nella scena successiva Massimo deve interpretare un capitano di una nave che, rimasto a corto di viveri e di materiale, deve salvare lui e il suo equipaggio dalla tempesta. La quarta scena è girata da Daniele che interpreta la parte di un cattivo che tortura verbalmente Rossella e Sharon. Rispetto alle altre scene, il regista chiede loro di non recitare le vere battute ma di dire solamente dei numeri, visto il poco entusiasmo che hanno nel dire quelle reali. Ma, nel corso della scena, Daniele e Rossella litigano e Scorcelletti è costretto ad interrompere la registrazione. Chicco, che nel frattempo cerca indizi relativi alla scomparsa delle opere d’arte, è il protagonista della scena successiva. Per lui c’è però una difficile prova da superare: deve recitare una scena d’amore con Tisini e, visto il suo rifiuto, il ruolo femminile viene interpretato da Elias ma, nonostante il cambiamento, rimane sempre contrario nel girare la scena. I ragazzi si ritrovano insieme per effettuare la pausa pranzo e, dopo poco, vengono raggiunti dalle ragazze che comunicano loro di aver trovato una copia del copione intitolata “Alla ricerca del bronzino perduto” e dalla trama deducono che nelle vicinanze di Tropea ci sarebbe una piccola statua di bronzo, “figlia” dei Bronzi di Riace. I ragazzi hanno così la certezza che la troupe stia in realtà cercando questa statua ed utilizza il film come copertura. Decidono così di cercare il bronzino e mandando Bruno ad ispezionare la costa. Lo troveranno però la mattina seguente pescato da alcuni pescatori. Continuano le riprese. Nella prima scena del secondo giorno Bruno deve interpretare il guardiano di un accampamento che Chicco, Massimo e Daniele devono incendiare. Ma, come al solito, non mancano le difficoltà: i tre piromani non riescono a camminare scalzi sulla sabbia che scotta e sono costretti a ripetere la scena per più di quaranta volte e, nel frattempo, Bruno si becca una forte ustione al corpo. I ragazzi, per refrigerarsi dopo le ferite riportate in quest’ultima scena, si rinfrescano nel mare e vengono poi raggiunti dalle ragazze che, di nascosto, hanno sentito un discorso tra Scorcelletti e due suoi collaboratori relativo al recupero del bronzino. Decidono quindi di andare dalla polizia e raccontare tutto e, nel frattempo, i ragazzi proseguono la ricerca in una grotta dove troveranno il bronzino ma vengono raggiunti dal produttore e dalla polizia e scoprono che in realtà hanno tra le mani una semplice statua di gesso. Terminata la loro esperienza cinematografica a causa di questo triste evento, i ragazzi si trovano nella piazza principale del paese e notano che il regista e il produttore del film si recano al cinema per vedere quanto prodotto durante le riprese e i ragazzi si nascondono nelle ultime file della sala. Scoprono però che i realizzatori del film sono molto insoddisfatti e decidono di abbandonare la realizzazione della pellicola. Affranti dall’insuccesso del film, la compagnia si ritrova in un bar e vengono raggiunti dalla figlia del produttore che, sotto ordine del padre, pretende indietro i soldi del bronzino rotto. È arrivato il momento della partenza, e tutti sono un po’ dispiaciuti di ciò. Gli unici che hanno problemi al ritorno sono Bruno, Chicco e Massimo che si perdono nelle strade calabresi. I tre decidono di chiedere informazioni ad un uomo di spalle che guarda una staccionata. Appena lo chiamano lui si volta e scoprono che è il sosia di Garibaldi. Allora i ragazzi, spaventati, si sentono chiamare e notano che Scorcelletti li rincorre per proporgli delle parti nel suo nuovo film, ma loro si rifiutano e scappano.

COLPO GROSSO AL LICEO LEOPARDI: Aspettando l’inizio del nuovo anno scolastico, Chicco riceve una telefonata da Puccio che lo invita a partecipare ad un torneo di giochi da tavolo e decide di prendervi parte. Guardando sulla propria agenda le proprie disponibilità orarie, nota che in uno di quei giorni riprendono le lezioni al liceo e Chicco, avendo superato la maturità, non ha alcun impegno e ciò gli mette un po’ di nostalgia. Alcuni dei ragazzi si ritrovano al bar di Totip e, dopo un po’, vengono raggiunti da Chicco che appare molto triste e compie delle azioni per lui inusuali come non voler accompagnare Sharon a casa, pagare il conto del bar e disinteressarsi della squadra amata. I ragazzi, per consolarlo, decidono di organizzare una cena col professore di italiano. Al ristorante Chicco decide di confidarsi con i suoi compagni di classe su ciò che lo deprime: durante la notte sogna di prendere voti alti e il non riuscire a superare quei momenti lontano dalla scuola. La mattina seguente Chicco incontra al bar Massimo e Daniele ma questa volta è di buon umore: è riuscito a trovare un modo per tornare a frequentare il liceo. Il piano consiste nel falsificare i verbali degli esami scrivendo che lui è stato bocciato e Tisini è stata promossa. Dopo un po’ di insistenza da parte di Chicco, i due accettano ma serve la collaborazione di una quarta persona e convincono Bruno a partecipare. Per iniziare, il gruppo decide la suddivisione dei compiti da svolgere durante l’operazione: Massimo ha il compito di scassinatore, Daniele quello del braccio e Bruno quello del palo. Iniziano subito con una prova da scassinatore a casa di Chicco: a Massimo viene portato un armadietto uguale a quello presente in segreteria e tenta di aprire la serratura ma, dopo diversi tentativi, gli altri si rendono conto che è un compito per lui troppo arduo da svolgere. Dopo aver visualizzato delle inutili ma esilaranti foto scattate da Daniele, i ragazzi decidono di rivolgersi a Puccio, ma troveranno una sorpresa: ad assisterli troveranno Mauro, un suo cugino, che, in quest’occasione, si propone come falsificatore di documenti. Chicco ha così deciso di preparare un piano: rubare i verbali degli esami e farli falsificare ma prima di ciò decide di fare un tentativo riguardante la durata della consegna e della modifica dei documenti. Il tutto dovrebbe durare dodici minuti ma Daniele non riesce a rispettare i tempi e incontra i suoi amici dopo diverse ore. Il gruppo, a corto di soluzioni, decide di utilizzare come piano un’idea nata un po’ per caso: accedere in segreteria dalle fogne. Come al solito, spetta a Bruno svolgere gli incarichi che nessuno vuole svolgere e tocca a lui raggiungere l’interno dell’edificio, senza però ottenere il risultato desiderato. Nonostante l’insuccesso dell’ultimo tentativo, i ragazzi provano a raggiungere l’istituto saltando dai tetti dei palazzi adiacenti, ma anche in questo caso falliscono raggiungendo uno stabile utilizzato dalla polizia. Cercando di farsi venire nuove idee, la comitiva si riposa sugli scalini della scuola e Bruno nota che il professore perde la chiave della segreteria e lui, inconsciamente, gliela restituisce. I ragazzi allora cercano di rubagli la chiave nei modi più impensabili. Anche questo tentativo fallisce miseramente. Alcuni dei componenti del gruppo, dubbiosi su alcune delle azioni da loro commesse, decidono di rivolgersi ad una persona che li può assistere dal punto di vista legale e si rivolgono a Ciro il cartolaio che, come al solito, gli rifila l’ennesima fregatura. Ritrovatisi nuovamente sugli scalini dell’istituto, i quattro componenti della banda incontrano Elias e Tisini e scoprono che quest’ultima ha vinto il ricorso al Tar e il giorno successivo ripeterà il colloquio orale dell’esame di maturità. Questa volta però il risultato sarà totalmente diverso, anche perché la studentessa ha scoperto che l’esaminatore ha comprato la laurea e Chicco, naturalmente, ritorna ad essere il ragazzo allegro che era. Una volta terminata la prova, gli studenti e il professore si ritroveranno al ristorante per festeggiare il successo di Tisini. Chicco, per lasciare il liceo con un bel ricordo personale, decide di effettuare un ultimo scherzo al professore. 

TELE 3C: I ragazzi, incontratisi nel bar di Totip, discutono del primo periodo di studi all’università e ognuno annuncia in quale facoltà è iscritto: Bruno, sotto consiglio dei genitori, frequenta il corso da manager, Sharon quello di moda, Daniele e Rossella medicina e Massimo, che è il più indeciso di tutti, segue quello di architettura. Gli unici a non citare il corso di studi sono Elias e Tisini, che però dichiarano di voler conseguire quattro lauree col massimo dei voti, e Chicco, che, come suo solito, non si interessa più di tanto allo studio. Ed è proprio quest’ultimo a proporre un gruppo di studi a casa sua che, come si poteva immaginare, non inizia mai. Il gruppo finisce a guardare la televisione e, facendo zapping, scoprono che Mauro ha fondato un suo canale televisivo chiamato Rete Mauro e cerca volti nuovi per il suo network. Attratti da questo annuncio, decidono di candidarsi. Raggiunto lo studio di Mauro, vengono persuasi dalle sue parole e comunica loro che il giorno dopo si possono presentare negli studi televisivi. I primi a visitare le sale di ripresa sono Bruno, Chicco e Massimo e come primo compito hanno quello di pulire i locali. Terminate le pulizie, Bruno si reca da Ciro per avere delle informazioni più precise sul mondo televisivo ma, come al solito, gli vengono rifilati dei prodotti inutili a prezzi elevatissimi. Dopo una breve riunione, Mauro comunica ai ragazzi l’inizio delle riprese che sono fissate per il giorno seguente. Il primo programma è condotto da Daniele che, molto assonnato, comunica i santi festeggiati in quel giorno e passa poi la linea a Massimo per la rubrica di ginnastica del mattino. Rubrica che però crea una difficoltà per lui: la durata del suo programma è piuttosto lunga e, dopo diverse ore di esercizi fisici, cade a terra stremato. E, in una rete televisiva, non può mancare un’annunciatrice: questo compito spetta a Sharon che però comunica ai telespettatori che durante la giornata saranno trasmessi il segnale orario e la prova colori. Bruno, Chicco e Massimo si ritrovano al bar di Totip e discutono sul palinsesto della rete e si rendono conto che il vero problema è la mancanza di denaro. Arriva quindi il momento delle televendite: si parte con una finta vasca idromassaggio, si prosegue con un quadro dipinto da Mauro e spacciato come un Van Gogh e si termina con dei mobili dichiarati come antichi ma che in realtà appartengono a Massimo. E, anche in questo caso, non mancano le sorprese: gli oggetti della televendita vengono tutti sequestrati dall’ufficiale giudiziario. A Bruno è venuta però un’altra idea per racimolare soldi: rivolgersi a Zampetti.  Il commendatore accetta la proposta ma pone delle condizioni: nell’intero arco della giornata devono essere trasmessi gli spot dei salumi per almeno venti ore. I ragazzi, invece, produrranno degli spot che mettono in cattiva luce i prodotti del padre di Sharon. Ma il ricco industriale ha anticipato i soldi e la programmazione di Rete Mauro può proseguire con il nuovo palinsesto. Racimolato il denaro necessario, proseguono i nuovi programmi della rete. Si prosegue con un notiziario condotto da Elias e Tisini che, involontariamente, leggono gli appunti di scuola di Daniele. E, come al solito, sono costrette a subire gli scherzi di Mauro e Chicco. Arriva poi il momento della cultura, ma anche qui ottengono dei risultati alquanto negativi: gli ospiti sono dei parenti di Bruno che si esprimono solamente a parolacce e dalla regia sono costretti a “bippare” quasi tutto il discorso. Si prosegue poi con un gioco da casa, simile ad alcuni presenti nei palinsesti degli anni ottanta, indovinare quanti wurstel sono presenti in un contenitore. L’unico che telefona è Daniele che però non può più provare a rispondere perché Bruno, custode dei wurstel, li ha mangiati quasi tutti. E arriva il momento giornalistico anche per Bruno: con l’incarico di anchorman deve intervistare un pentito. Intervista che però neanche inizia: dopo pochi istanti qualcuno spara mortalmente al malavitoso. Nonostante gli scarsi ascolti, si prosegue con le normali attività di un network e questa volta a condurre sarà Mauro. La conduzione del programma durerà poco: dopo pochi minuti il nuovo presentatore viene arrestato per pirateria televisiva. I ragazzi, demoralizzati, si mettono a discutere in un salotto su alcune possibili tematiche che avrebbero potuto trattare in tv, ma non si accorgono che una telecamera riprende e trasmette i loro discorsi. Questa volta il gruppo avrà uno spettatore molto particolare: Silvio Berlusconi, presidente di Fininvest.

LA CASA MAGICA: I ragazzi si aggirano per i corridoi dell’Università de “La Sapienza” di Roma e a un certo punto si fermano davanti ad una bacheca per gli annunci di affitto. Tra tutti quelli presenti, rimangono incuriositi da uno in particolare: si tratta di un appartamento lussuoso ad un prezzo molto conveniente. Interessati da questa allettante offerta, si dirigono all’indirizzo indicato sul biglietto. Raggiunto il posto, i ragazzi visitano la casa e ne rimangono tutti soddisfatti. Nel corso della visita hanno l’occasione di incontrare Igor, la persona che ha il compito di vendere la casa, ed è vestita in un modo molto terrorizzante. Incuriositi dall’esiguo prezzo dell’abitazione, pongono alcune domande all’agente immobiliare e scoprono che la casa è posseduta dal fantasma di un mago e Igor era il suo assistente. Nonostante ciò, i ragazzi decidono trasferirsi nell’abitazione in pianta stabile. I ragazzi, dopo aver pagato la propria quota d’affitto, iniziano la loro vita nella nuova dimora. Il gruppo però non sa che Igor tenterà in tutti i modi ad allontanare loro dalla casa. Come primo tentativo di allontanamento, Igor decide fare un’intrusione notturna travestito da fantasma ricoperto da un lenzuolo e con una zucca al posto della testa, senza però ottenere il risultato sperato. Il mattino seguente i ragazzi trovano in salotto una valigia appartenente al mago deceduto con alcuni oggetti da lui utilizzati. E, dopo pochi istanti, Bruno, sotto effetto di una magia, inizia a sputare palline da ping pong. Il gruppo, ancora un po’ stupito per quanto accaduto, si prepara per fare la prima colazione, ma anche in questa occasione sono testimoni di un avvenimento magico: il tavolo inizia a tremare facendo cadere in terra quasi tutti gli alimenti. Riunitisi in sala, i ragazzi discutono su quanto accaduto e Chicco, tramite il telecomando del televisore, riesce a spostare i ragazzi presenti con lui nella stanza. Decidono così di utilizzare quest’oggetto per svolgere le faccende di casa e le proprie attività personali. L’unico che ha problemi con questo nuovo sistema è Bruno che, intento a preparare una ricetta, riprende a sputare le palline e riceve in faccia un dolce da lui preparato. La sera Igor riprende con le sue magie: Daniele, addormentatosi, inizia a levitare e tutti si riuniscono in camera sua decidendo di legarlo al letto. Il mattino seguente il gruppo si ritrova a colazione per parlare di ciò che è accaduto finora e, dopo un po’, Bruno si allontana per andare a fare il bagno. Ed è proprio lui la prossima vittima di Igor: viene trasformato in un pesce rosso. Dopo aver trascorso diverso tempo in una boccia d’acqua, Bruno si ritrova improvvisamente nudo e bagnato sul tavolo avendo rotto l’ampolla che lo conteneva. I ragazzi, spaventati da quanto accaduto al loro amico, si riuniscono in sala dove però continuano a subire le angherie del mago. Igor, stufo dell’insistenza degli ospiti, decide di farli sparire con alcuni dei suoi trucchi. Inizia con Tisini nel primo pomeriggio, proseguendo con Elias a cena e con Rossella e Daniele durante la notte. I quattro rimasti, accendono la tv e scoprono che i loro amici sono stati intrappolati nella televisione. Il gruppo dei non intrappolati, preoccupati da ciò che è successo, decide di chiedere aiuto a Mauro che, in qualità di medium, decide di effettuare una seduta spiritica. Appena il tavolo inizia a levitare e Mauro scappa spaventato e, dopo pochi istanti, anche Sharon raggiunge gli amici dentro la tv. Nel tentativo di liberare gli amici, Massimo sale sul tetto per usare l’antenna come tramite ma anche lui si ritrova intrappolato con gli altri e, dopo poco, sarà raggiunto da Chicco, sparito in circostanze misteriose. Bruno, rimasto solo in casa, viene inseguito dal fantasma vestito con un lenzuolo bianco e una zucca e, terrorizzato, si chiude in sala e accende la tv che gli spiega ciò che deve fare per liberare i suoi amici. Gli altri, una volta raggiunto Bruno, invitano Igor a raccontare perché spaventa tutti gli inquilini della casa: per evitare lo sfratto. Per non mandarlo in mezzo ad una strada, i ragazzi decidono di tenere Igor come cameriere.

IL SOSIA DI BRUNO SACCHI: I ragazzi hanno appena finito di vedere un thriller al cinema e Bruno ne è rimasto molto spaventato. Chicco e Massimo proseguono la giornata in compagnia di Bruno cercando di spaventarlo ancora di più. Seduti su una panchina a parlare di crimini, vengono raggiunti da una donna che, guardando una foto del giornale, scopre che un criminale ha le stesse caratteristiche fisiche di Bruno. La donna, spaventata, scappa. I coniugi Sacchi, riunitisi in salotto a trascorrere il pomeriggio, apprendono dal Tg che un feroce criminale, soprannominato la Iena, è ricercato in tutto il mondo e assomiglia al loro figlio. Anche loro rimangono stupiti per questa somiglianza. Bruno, rimasto solo, prosegue nella passeggiata e, dopo un po’, viene arrestato dalla polizia perché scambiato per il bandito. Il ragazzo, dopo essere stato interrogato per diverse ore in questura, viene rilasciato. A scagionarlo è un tatuaggio che il cobra ha disegnato sul gluteo sinistro. Dopo questo qui pro quo, il questore rilascia un pass a Bruno per evitare altri equivoci. Una volta tornato a casa, il ragazzo raggiunge la sua camera e scopre che la Iena lo stava aspettando. Il bandito, per trascorrere un po’ di tempo in tranquillità, decide di trasferirsi a casa Sacchi e obbliga Bruno a sostituirsi a lui e a vivere fuori di casa. La mattina seguente, il fuorilegge decide di compiere un altro reato: tentare una rapina al bar di Totip. Il barista, convinto che sia uno scherzo, non da tanto peso all’accaduto. Dopo pochi istanti entrano nel bar gli amici di Bruno e, convinti che quello al loro cospetto sia il loro compagno di classe, lo prendono in giro. Questa volta, però, ci saranno delle sorprese: la Iena mette al tappeto Massimo, bacia Sharon e abbandona il locale. I ragazzi, ovviamente, rimangono spaventati da questo comportamento. Dopo un po’ Massimo e Sharon incontrano il vero Bruno e lo rimproverano per ciò che ha fatto il suo sosia, senza però sapere che non era stato lui. Bruno, tornato a casa, incontra i suoi genitori che credono che il proprio figlio sia la Iena descritta nei quotidiani. Intanto anche i ragazzi vengono a conoscenza della somiglianza del loro amico con il feroce criminale e decidono di mandare in carcere il malvivente. Una volta raggiunto il commissariato, il questore chiede ai ragazzi di riconoscere il vero delinquente ma, anche loro, credono che quello davanti a loro sia il bandito quando, in realtà, è il loro amico. Bruno, dopo avere effettuato i controlli, viene rilasciato. Tornato in libertà, Sacchi passeggia tranquillamente per la città ma, ad un certo punto viene raggiunto dai complici della Iena (uno dei quali interpretato da Roberto Ciufoli) e si recano nel proprio covo convincendo il “loro” capo ad effettuare una rapina. Raggiunto il supermercato da svaligiare, Bruno entra in negozio munito di pistola ma, vedendo la sua immagine riflessa allo specchio, crede sia presente la Iena e viene nuovamente arrestato dagli agenti giunti sul posto. Il giorno seguente, Bruno viene nuovamente arrestato, ma questa volta per un motivo insolito: oltraggio al pudore. Il giovane, ossessionato di essere scambiato per la Iena, si cala i calzoni e mostra a degli agenti che lui non ha il tatuaggio sul sedere che solo il vero criminale ha. Una volta terminati i controlli, incontra Chicco, Massimo e Daniele fuori dalla caserma e passeggiano per la città. Dopo un po’ incontrano Mauro che cerca una soluzione al problema del ragazzo. La sua idea è alquanto bizzarra: dare del denaro riciclato alla Iena. Il delinquente però, dopo aver capito il raggiro, fa inseguire Mauro dai suoi scagnozzi. Bruno, Chicco, Massimo e Sharon si ritrovano al bar di Totip e leggono un articolo di un quotidiano che racconta della Iena. Sul giornale leggono un altro trafiletto che può essere utile per la cattura del malvivente: in un hotel si svolge una mostra di gioielli e i ragazzi, convinti che il criminale si presenterà per rubare i monili, faranno da guardia nell’ingresso dell’albergo. Anche questa volta, il delinquente riesce a farla franca. I ragazzi hanno però un altro piano: per il giorno di san Bruno, Chicco e Massimo si fanno invitare dal loro amico a casa cercando di far mangiare molto la Iena che, dopo essersi abbuffata, sviene e viene arrestata dalla polizia. Gli otto ragazzi protagonisti del telefilm si ritroveranno nella loro casa a brindare all’arresto del bandito ma, dal telegiornale, vengono a conoscenza di un’altra notizia sconcertante: pare che Adolf Hitler, il feroce dittatore nazista, sia ancora in vita e grazie ad una plastica facciale, abbia preso i connotati visivi di Bruno.

IL BABY: I ragazzi, per racimolare un po’ di soldi necessari per pagare le spese della casa, decidono di fare da baby sitter ad un gruppo molto vivace di bambini capitanati da Francesco, un ragazzino di dieci anni che pretende di essere l’unico seguito dagli adulti. Dopo un colloquio telefonico con i genitori, i ragazzi ottengono l’affidamento del piccolo per una settimana a partire dalla sera stessa. La prima a trascorrere un po’ di tempo con Francesco è Sharon che è costretta a vedere un film dell’orrore, ma la ragazza ha molta paura e cerca di non guardare il televisore e pensare ad altro. Ma il bambino non demorde e le fa la telecronaca spaventadola ancora di più. La mattina successiva Francesco, Chicco e Massimo si ritrovano a colazione e, in base ad alcune cose che il bambino racconta, credono che il loro ospite abbia le idee confuse sulla procreazione. Lazzaretti decide quindi di portare il giovanotto al parco ed inizia a prendere il discorso alla larga e, per andare a raccogliere una mela da utilizzare come esempio nella sua spiegazione, lascia il piccolo da solo. Quando torna, scopre che il suo amichetto ha fatto amicizia con una ragazzina della sua età e chiede a Chicco di lasciargli dei soldi per portarla al cinema dimostrando di avere le conoscenze necessarie in materia. Daniele e Rossella trascorrono la serata assieme al bambino e, fatta una certa ora, gli chiedono se ha sonno, ma il ragazzo, che è molto tenace, resta sveglio per diverso tempo e tocca poi a lui chiamare gli adulti addormentatisi sul divano. I fidanzati accompagnano il piccolo in camera da letto e, dopo averlo preparato per la notte, lo coricano. Arriva la domenica mattina e Francesco si reca al parco a giocare a calcio con Chicco e Massimo e quest’ultimo viene battuto con un secco 10 a 0. Tornato a casa, l’adulto deve essere medicato da Sharon per le ferite riportate durante la partita. La sera Francesco gioca a rubamazzo con Elias, Tisini, Bruno e Chicco. Il bambino, non molto entusiasta, chiede di giocare ad un altro gioco e convince gli adulti a sfidarli a poker puntando anche del denaro. Il piccolo riesce a battere gli adulti e riesce a racimolare un cospicuo gruzzolo. Il giorno seguente Tisini cerca di aiutare Francesco a risolvere un problema di matematica, ma la ragazza ha delle difficoltà a risolverlo e chiede aiuto agli amici ma anche loro non riescono. Chiedono quindi aiuto a Mauro che propone di ricostruire dal vivo ciò che viene richiesto nel problema e, dopo un po’, arrivano alla soluzione. Quando però danno la soluzione al bambino scoprono che lui aveva trovato il risultato e voleva solo avere la conferma dagli altri. Dopo avere fatto arrabbiare alcuni componenti del gruppo a causa del problema, Francesco gioca al Lego con Elias e Tisini e anche in questa occasione mostra le sue capacità. Nel pomeriggio Bruno e Francesco si recano al parco e il bambino riesce a farsi comprare un gelato. Una volta tornati a casa, Bruno è però costretto a stare a letto a causa di una congestione che gli ha anche procurato la febbre. Il ragazzino, dispiaciuto, vuole fare compagnia al suo amico e trascorre con lui tutta la notte. Il giorno dopo Bruno deve accompagnare a scuola il suo piccolo amico che però vorrebbe trascorrere la giornata al parco. Il ragazzino,una volta entrato nell’istituto, scappa da una finestra e non vi può più rientrare nell’edificio. I due trascorrono quindi la mattina al parco e Francesco non perde l’occasione per dimostrare la sua vivacità. Il pomeriggio, dopo aver ripassato la lezione di grammatica, Francesco racconta a Bruno che i suoi genitori non gli danno più il bacio della buonanotte che lui vorrebbe ancora e quando i due trascorrono la notte insieme il ragazzino decide di baciare sulla guancia il suo amico in segno di amicizia. Ma arriva il giorno che Francesco deve abbandonare il gruppo per tornare a casa dalla sua famiglia. Il ragazzino non vuole però lasciare le persone che gli hanno fatto compagnia e decide di nascondersi in un mobile facendo credere di essere scappato di casa con alcuni oggetti dei ragazzi. Dopo essersi accorto che in fondo i ragazzi si sono affezionati a lui, il giovane li raggiunge e gli spiega che gli dispiace doverli abbandonare. Una volta arrivati i genitori, Francesco deve lasciare i ragazzi ma chiede a Bruno di poter passare con lui un po’ di tempo al parco ed essendo una persona molto buona e disponibile, lo accontenta.

LA SFILATA: Sharon, avendo un po’ di tempo libero, va a trovare i suoi familiari. Il padre cerca di convincere la figlia a recitare in alcuni spot per il suo salumificio, ma lei ne è poco entusiasta e spiega al genitore di volere occuparsi sfilate di moda e quant’altro, ma il commendatore è contrario e decide di non finanziare il suo evento. I ragazzi, riunitisi in sala da pranzo, discutono delle ambizioni di Sharon ma i maschi del gruppo la prendono in giro affermando che il mondo della moda è in mano agli uomini. Le ragazze, offese, vogliono dimostrare ai ragazzi che anche le donne possono ottenere dei buoni risultati in questo campo è decidono di realizzare dei capi d’abbigliamento. Bruno, che di nascosto ha sentito un discorso delle ragazze, cerca di spiegare che le donne possono essere delle buone stiliste, ma per delle categorie di “secondo ordine” come gli spazzini e, a causa di questa sua dichiarazione, è vittima di lancio di cuscini, cioccolatini ed altri oggetti. I maschi, resisi conto di avere esagerato nel trattar male le loro amiche, cercano il modo di farsi perdonare dalle ragazze e decidono di aiutarle di nascosto. Il gruppo decide di mandare Bruno a rubare dei disegni di Sharon. Nonostante alcune difficoltà, Il ragazzo riesce a prendere i provini e mostrarli agli amici che giudicano i disegni di scarsa qualità. Decidono così di realizzarne alcuni loro e, di nascosto, portarli nella stanza di Sharon durante la notte. La mattina seguente, la bella ragazza riguarda i disegni e nota che quelli preparati dai maschi sono brutti e crede di averli realizzati lei in un momento di stanchezza. Bruno, mandato a raccogliere informazioni su quanto prodotto da lui e dai suoi amici, apprende quanto dichiarato da Sharon e lo racconta agli amici. Dopo diversi tentativi la stilista riesce a disegnare un abito molto bello e le ragazze decidono di realizzarlo con della carta pesta ma, una volta indossato da Rossella, si strappa.  Visto l’insuccesso ottenuto al primo tentativo, le donne decidono di comprare stoffe e quant’altro per realizzare dei veri modelli, ma si rendono conto che la merce ha dei costi elevatissimi. Le ragazze, per ottenere un po’ di attenzione dalle persone che contano nel campo della moda, decidono di organizzare una sfilata. Il gruppo è però a corto di soldi. Gli uomini, venuti a sapere delle loro difficoltà economiche, chiedono aiuto a Mauro il quale riesce a racimolare il di denaro necessario per comprare l’occorrente per la sfilata. Si può così iniziare nella realizzazione dei modelli. Una volta terminati i vestiti, tocca cercare le modelle che devono indossare gli abiti ma, per limitare i costi, toccherà sfilare a Rossella, Elias e Tisini. Le ultime due, durante le prove, inciampano e si procurano delle fratture terminando anticipatamente la loro carriera nella moda. Alle donne viene un’idea per sostituire le due ragazze infortunatesi: travestire e far sfilare Chicco e Massimo. I giovani all’inizio sono contrari, ma alla fine accettano di interpretare questo ruolo. Il professore di italiano si reca a far visita ai ragazzi per complimentarsi con la stilista e incontra Chicco e Massimo travestiti da donna. Non accortosi che le due persone presentatisi a lui sono i suoi ex studenti, si innamora di Massimo che, per l’occasione, viene spacciato come Mirella, la sorella del suo ex allievo. Intanto proseguono le prove e i ragazzi non perdono l’occasione per parlare dell’infatuazione del professore che invia dei fiori alla ragazza. Nel frattempo il gruppo viene raggiunto da Mauro che è pieno di lividi sul volto ed è costretto a spiegare il motivo per cui è stato malmenato: i soldi necessari allo svolgimento della sfilata sono stati prestati da degli strozzini e, non avendoli restituiti in tempo, picchiano il malcapitato. Il gruppo, messo alle strette, convince il loro insegnante del liceo a farsi prestare il denaro per saldare il debito con gli usurai e non correre più alcun pericolo. Per ottenere i soldi, il gruppo deve però fingere che il tutto è organizzato per far sfilare Mirella e che il docente possa vedere di nascosto la ragazza che sfila per lui. Arriva il momento della sfilata e tra il pubblico sono presenti il commendator Zampetti, i parenti di Bruno, Aziz e, naturalmente, il professore che non perde occasione per porgere i complimenti alla sua fiamma. Nei camerini, intanto, Massimo e Chicco non perdono l’occasione per prendersi in giro.  Terminata la manifestazione, la gente presente si reca in salotto per il buffet e Sharon incontra un titolare di una casa di moda che compra tutti i modelli. Il denaro ricevuto permette alla ragazza di restituire all’insegnante quanto prestatole. Come ricompensa il docente chiede a Massimo di incontrare privatamente sua sorella e la mattina avviene l’incontro, ma per lui ci sarà una sorpresa: invece di Mirella si presenterà Bruno che, travestito da donna, fingerà di essere un’altra sorella dell’amico. Il professore, spaventato, fugge via.

DANIELE E ROSSELLA SI LASCIANO: Bruno e Massimo, ritrovatisi a scuola, si raccontano il loro programma scolastico di quel giorno. Dopo alcuni minuti, Sharon raggiunge i suoi amici e racconta loro una notizia alquanto insolita: Chicco è a lezione e prende appunti. I tre incontrano Elias e Tisini nei corridoi e si dirigono nell’aula dove si trova il loro amico. Il gruppo, incuriosito dal comportamento del ragazzo, convoca una riunione per la sera stessa, ma Chicco è disposto a raccontare il motivo di tanto interesse al corso di studio soltanto a Massimo. Il mattino seguente, prima dell’inizio delle lezioni, Daniele e Rossella si incontrano al Pincio, il posto dove si sono confidati il loro amore per la prima volta. La ragazza, però, si arrabbia col suo fidanzato perché lui non si ricorda ciò che le ha detto quando si sono messi insieme. I due concubini, raggiunta l’università, vengono raggiunti dagli amici. Poco dopo, i ragazzi incontrano Massimo e Chicco che si dirigono verso un’aula dell’ateneo per seguire una lezione e rimangono ancora più stupiti del giorno precedente. Sharon, curiosa come il resto del gruppo di sapere quanto accade, riesce a farsi raccontare da Massimo quanto accaduto e, una volta raggiunti gli amici, spiega il motivo di tanto attaccamento allo studio da parte di Chicco: alcuni giorni prima ha conosciuto Stella, una bella ragazza che frequenta scienze politiche, e lo studente decide di seguire tutte le lezioni in cui è presente la sua compagna di corso. Durante la spiegazione, però, Daniele e Rossella hanno una discussione e la ragazza, per mettere alla prova il suo fidanzato, gli chiede di rinunciare a partecipare a Il Gioco Delle Coppie, un noto programma televisivo degli anni 80 dove si poteva vincere un viaggio con una persona dell’altro sesso. Il giovane decide di partire per Milano dove si svolge il gioco a premi. Il giorno seguente, Chicco e Massimo incontrano Stella nei corridoi della scuola. Chicco, che è in imbarazzo, chiede all’amico di andare da lei e parlare al posto suo ma, dopo pochi istanti, la ragazza bacia Massimo e i due compagni di scuola finiscono per litigare. Bruno, triste per quanto accaduto a Daniele e Rossella, racconta ai genitori quanto accaduto ai suoi due amici e sono convinti che la storia d’amore tra i due non potrà mai finire. Anche Sharon parla di quanto accaduto ai suoi due amici al padre e alla madre ma il commendatore, a differenza della moglie, è convinto che Daniele si dimenticherà presto della sua amata. Alcuni giorni dopo viene trasmessa la puntata nella quale è presente Daniele che dichiara di non essere fidanzato e Rossella, dopo questa affermazione, si arrabbia e Massimo cerca di consolarla. Tornato a Roma, Daniele viene accolto trionfalmente dagli amici che gli comunicano che Rossella non ne vuole più sapere di lui. Il gruppo viene poi raggiunto da Chicco che, dopo aver parlato con Stella, chiede scusa a Massimo per il fraintendimento avvenuto alcuni giorni prima. Rossella, una volta lasciatasi col suo fidanzato, decide di cambiare look e di dedicarsi ad attività che non aveva mai praticato in precedenza come l’aerobica. Le sue amiche, però vedendo la ragazza ancora triste, chiedono aiuto a Mauro che, per aiutare la giovane, viene invitato a cena da Sharon e Tisini. Dopo avere iniziato il pasto, Rossella e Mauro parlano della relazione che la giovane aveva con Daniele. I due, però, si rendono conto che la storia d’amore tra Daniele e Rossella non può terminare. Anche Daniele decide di compiere un cambiamento diventando un uomo vivace e attento all’aspetto fisico. Ma anche lui sembra un po’ giù di morale e Massimo, per cercare di aumentare l’autostima dell’amico, lo fa incontrare con Stella che si deve fingere una donna attratta da lui ma che non può mai esistere una storia tra i due perché lei è già sposata. Il piano organizzato dal ragazzo non ha però il risultato che lui sperava: Stella, una volta uscita dal bar di Totip dove si era incontrata con Daniele, rimprovera Massimo perché l’amico non vuole dimenticare Rossella. Bruno, a pranzo dai suoi genitori, riceve una telefonata da Rossella che gli chiede di organizzare un incontro con Daniele a casa dei ragazzi e lui fa in modo che ciò accada ma lei, una volta arrivata all’ingresso del palazzo, fugge via. Anche Daniele, una volta appresa la notizia riguardante l’arrivo di Rossella, esce e va a fare un giro per la città. Gli altri ragazzi, stufi di sentire i discorsi dei due amici, si incontrano nella loro abitazione e discutono di quanto accaduto negli ultimi giorni. Dopo il confronto tra i due gruppi, la compagnia si dirige al Pincio, dove incontrano Daniele e Rossella che decidono di rimettersi insieme.

IL FIDANZAMENTO DI BRUNO: I ragazzi sono invitati ad un party e, per potervi partecipare, occorre presentarsi insieme ad una persona dell’altro sesso. A parte quella composta da Daniele e Rossella, tutte le coppie sono un po’ difficili da comporre, ma Sharon, Elias e Tisini hanno avuto un’idea: la bella ragazza prenderà parte al ricevimento con Massimo, mentre Chicco farà coppia con una tra le altre due amiche. L’unico che sembra poco interessato a partecipare è Bruno che però, convinto dal padre, parteciperà all’evento con una ragazza amica dei genitori. Intanto, il commendator Zampetti, venuto a conoscenza della festa, decide che la figlia vi partecipi con un ragazzo portoghese figlio di un cliente del padre ma lei rinuncia e resta a casa. Arriva il giorno della festa. Bruno, fuori dal locale in attesa dell’accompagnatrice, incontra Daniele e Rossella e, poco dopo, viene raggiunto da Chicco e Massimo che sono costretti a far coppia con Elias e Tisini vista la rinuncia di Sharon. Il povero Bruno, dopo aver atteso invano l’arrivo della compagna, decide di tornare a casa per cenare con i genitori. Il giorno seguente Bruno, Massimo e Chicco percorrono i corridoi dell’ateneo parlando del comportamento tenuto da Elias e Tisini: le due ragazze hanno mangiato molto e ballato fino all’inverosimile. Dopo un po’, i tre incontrano le loro amiche e parlano delle relazioni sentimentali di Bruno che racconta che non ha mai realmente pensato ad un vero approccio con una ragazza. Ma, dopo pochi istanti, questa dichiarazione verrà confutata: il ragazzo, infatti, incontra Marzia, una bella studentessa che frequenta il suo stesso corso universitario. La bella ragazza spiega a Bruno il perché di questo incontro: entrambe devono affrontare lo stesso esame e lei preferisce studiare in compagnia di un’altra persona. La studente, unilateralmente, decide di scegliere casa Sacchi come luogo di studio e di iniziare la lezione alle otto del mattino seguente con delle pretese molto particolari per quanto riguarda la colazione. Una volta raggiunta l’abitazione del suo nuovo amico, Marzia nota che le sue richieste per il primo pasto giornaliero non vengono soddisfatte e decide di iniziare subito a studiare. Ma anche durante lo studio la bella ragazza ha da lamentarsi con Bruno, questa volta perché, imbarazzato dalla bellezza della sua amica, lui risponde in maniera sbagliata alle domande che lei gli porge. Marzia decide di terminare lì la lezione e chiede a Bruno di prepararsi meglio per gli incontri successivi. Il giorno dopo, i due nuovi amici si riuniscono a casa Sacchi per pranzare e anche in questa occasione la bella ragazza si lamenta con i familiari di Bruno per la quantità di cibo che mangiano e cerca di convincerli a cambiare alimentazione. Alcuni giorni dopo, gli amici, non avendo più notizie di Bruno, gli telefonano e vengono a sapere che il ragazzo ha deciso di iniziare una dieta. Il gruppo deduce che è Marzia la causa del cambiamento dei comportamenti del loro coinquilino. E, in effetti, Bruno si comporta in maniera diversa rispetto al solito: una sera, riunitosi a cena con i suoi genitori, decide di stare digiuno, cosa per lui molto rara. Bruno e Marzia decidono di studiare al parco ma il ragazzo si addormenta. La giovane coglie l’occasione per rimproverare l’amico convincendolo ad effettuare dei nuovi cambiamenti in lui: iniziare una dieta, svolgere dell’attività fisica, vestire abiti firmati e non usare termini dialettali. Il mattino seguente i due iniziano a fare degli esercizi all’aria aperta ma, dopo un po’, Bruno sviene e Marzia è costretta a fargli la respirazione bocca a bocca. Elias e Tisini, che passavano di lì per caso, notano che la ragazza soccorre il loro amico ma credono che i due si stiano baciando e corrono a casa per raccontare tutto agli amici. Il ragazzo, innamoratosi della sua compagna di corso, chiede consiglio a Mauro su come comportarsi con lei ma, come al solito, non ottiene il risultato sperato. Bruno, raggiunti i genitori a casa sua, comunica loro di avere iniziato una dieta a base di ananas e che non ha intenzione di mangiare più cibi grassi. Il padre e la madre, convinti che il figlio stia bruciando le tappe con Marzia, cercano di far capire al proprio pargolo che deve essere più attento nell’accettare consigli dalla sua nuova amica ma il ragazzo, rimasto offeso dalle loro affermazioni, si arrabbia e si rinchiude in camera sua. Amalia e Spartaco, per rendere felice Bruno, decidono di organizzare per la domenica successiva un pranzo con Marzia e gli amici del figlio. Intanto Bruno, avendo delle incertezze sul suo rapporto con Marzia, chiede aiuto a Ciro che, come al solito, coglie l’occasione per fregargli dei soldi ottenendo solamente delle informazioni inutili. Il giorno successivo Bruno e Marzia si trovano a casa di lui e la ragazza convince l’amico ad indossare un abito firmato e cerca di vietargli l’utilizzo di espressioni dialettali. E arriva il momento del pranzo tra gli amici e tutti colgono l’occasione per ringraziare Marzia per aver cambiato in meglio Bruno. Ma per quest’ultimo, al termine della cena, accade qualcosa di triste: scopre che in realtà Marzia non è innamorata di lui ed ha un fidanzato. Nonostante sia dispiaciuto per quanto accaduto, Bruno ha imparato una lezione molto importante: bisogna accettarsi per come si è e non bisogna diventare una persona diversa per volontà di qualcun altro.

DIECI ANNI DOPO: Bruno e Chicco passeggiano per le strade adiacenti l’ateneo e si rendono contro che, da quando non frequentano più il liceo, il loro gruppo di amici ha meno occasioni per incontrarsi e il primo rimane dispiaciuto di ciò, perché lui vorrebbe restare sempre in compagnia dell’amico. Alcuni giorni dopo, il 18 aprile 1989, il gruppo si ritrova all’ingresso del liceo Giacomo Leopardi per fare gli auguri a Bruno che in questa data compie vent’anni. Unico assente Daniele che è andato a prendere la torta. Gli amici però devono lasciare il festeggiato da solo a causa di alcuni impegni. Bruno, rimasto solo, si siede sui gradini della scuola e si addormenta per poi risvegliarsi nel 1999 al liceo Claudio Baglioni. Una volta superato lo shock causato da questo salto temporale, Bruno si reca a casa dei genitori e scopre che, grazie alla vincita ad un concorso con un elevato montepremi, hanno potuto comprare la villa e il salumificio Zampetti e hanno assunto l’ex industriale come giardiniere.  E nella sua nuova abitazione il ragazzo incontra Sharon che è diventata la sua segretaria. Bruno, che nonostante tutto ha un po’ di nostalgia quando ricorda gli anni trascorsi al liceo, decide di tornare fuori dall’istituto e incontra Chicco che però non riconosce subito l’amico. Dopo essersi salutati, i due iniziano a parlare di quanto accaduto negli ultimi dieci anni e Chicco racconta all’amico che è diventato professore nella scuola che ha frequentato per moltissimi anni e che ha un figlio molto giovane che frequenta lo stesso istituto dove insegna il padre. Per festeggiare l’evento, i ragazzi decidono di festeggiare al bar di Totip e il titolare ricorda a Chicco di avere un debito molto elevato con lui e il ragazzo, appresa la notizia, scappa per non pagare. Passeggiando per la città, Bruno e Chicco incontrano Massimo che fa jogging e cercano di raggiungerlo ma quest’ultimo, essendo molto più allenato degli altri due, riesce a seminarli. La sera Sacchi decide di telefonare a Massimo che però attacca il telefono. Bruno e Chicco decidono quindi di andare a trovare il loro amico nella sua palestra e scoprono che il ragazzo è diventato omosessuale. Ma per Bruno c’è un’altra sorpresa: Massimo, infatti, si è innamorato di lui e, appena l’amico si dichiara, scappa. Bruno e Chicco sono seduti ad un tavolino di un bar e il secondo si accorge che due ragazze, in realtà prostitute, guardano insistentemente i due amici. Fattisi coraggio, Bruno e Chicco si dirigono dalle due belle donne e le convincono ad andare a casa di Lazzaretti e, dopo un po’, scoprono che le due signorine sono Elias e Tisini. Massimo convince i due amici a fare un po’ di sport all’aria aperta. Al termine di questa sessione di ginnastica, il gruppo raggiunge la palestra e Massimo, durante l’utilizzo di un attrezzo, si sente male e i due amici sono costretti a chiamare l’ambulanza. Il malato viene soccorso da Daniele, diventato medico del 118. Il dottore, in questa occasione, incontra Bruno e Chicco e li invita a trascorrere la serata in compagnia sua e di Rossella. E anche in questo caso c’è una grossa sorpresa: in realtà Daniele non si è sposato con la sua eterna fidanzata ma con un’altra donna e Rossella è convolata a nozze con un altro uomo. I due, nonostante ciò, sono in rapporti molto intimi e continuano la loro storia d’amore all’insaputa dei loro coniugi. Alcuni giorni dopo, Bruno e Chicco ricevono la visita di Mauro, divenuto frate, e gli chiedono consiglio su come ristabilire i rapporti con i vecchi amici, ma non ottengono delle risposte soddisfacenti. Durante una passeggiata con i due ragazzi, Mauro viene arrestato dai carabinieri perché sempre dedito alle truffe. I due protagonisti della puntata proseguono la passeggiata per la città e, per caso, si recano nel palazzo in cui il gruppo ha abitato durante l’università e incontrano Igor, il loro maggiordomo. Per lui le cose sono cambiate in meglio: negli ultimi dieci anni è riuscito a comprare due abitazioni. Sacchi e Lazzaretti decidono di fare visita al loro professore d’italiano e scoprono che, dopo essere andato in pensione, è affetto da demenza senile e confonde i suoi alunni con degli scrittori. Bruno, a spasso per Roma, scorge in una vetrina un libro di Benedetta, la sua compagna di liceo, che dopo tanti anni è riuscita a pubblicare un libro. Il giovane entra nel negozio a comprare il testo scritto dall’amica e incontra Ciro il cartolaio che anche in questa occasione vende al ragazzo diversi volumi ad un prezzo molto elevato. Due anni dopo Chicco, Massimo e Daniele si recano a casa di Bruno per fargli visita e in questo periodo anche lui ha fatto dei cambiamenti: è diventato commendatore, ha comprato villa Zampetti e si è sposato con Sharon. Bruno si ritrova con i suoi ex compagni di scuola all’ingresso del liceo per trascorrere un po’ di tempo assieme ma, dopo poco, viene lasciato solo perché hanno tutti degli impegni. Il ragazzo, sconsolato, si addormenta nuovamente e questa volta ritorna al 1989 e viene svegliato dagli amici che gli ricordano che rimarranno amici per sempre. La puntata termina lasciando la speranza che per l’anno successivo è in programma una nuova serie, cosa che purtroppo non avverrà mai.

Si ringrazia Giuliano Denaro per la redazione.

Video
Galleria
Interviste
Contribute!
Books!
Shop!